Archivi tag: andrea volpe

Fa’afafine

 di Anita Farneti

faafafine_1_farnetiSono al Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno dove va in scena lo spettacolo diretto dal regista Giuliano Scarpinato Fa’afafine .

Fa’afafine nell’isola di Samoa, in Polinesia, viene utilizzato per indicare le persone di terzo genere, ovvero che non si identificano né con i maschi né con le femmine. Lì sono figure estremamente rispettate. Possono decidere come vestirsi ed hanno il permesso di sposare sia uomini che donne.

Il protagonista dello spettacolo è Alex, un fa’afafine di otto anni, interpretato dall’attore Michele Degirolamo.

Si alza il sipario e lo vediamo nella sua cameretta intento a raccontare alle sue bambole del suo compagno di classe Elliot, di cui si è innamorato. Alle sue bambole Alex confessa di avere in programma di andare a prendere all’aeroporto  Elliot, che quel giorno sarebbe ritornato da un viaggio e, dopo avergli confessato il suo amore, fuggire insieme, a Samoa, dove finalmente sarà lasciato libero di essere ciò che vuole.

Assistiamo all’esilarante scena in cui deve decidere cosa mettersi: un vestito da principessa assieme al casco di Thor, un cerchietto con le farfalle e degli occhiali da aviatore. Resta solo da decidere se per completare il look sono meglio delle scarpe da ginnastica o col tacco.

Ma in quel momento i genitori bussano alla porta, ma trovandola chiusa a chiave, domandano cosa stia succedendo. Proprio nel momento in cui Alex confessa ai genitori il suo piano, la madre riceve una lettera dalla scuola che li convoca per dei “problemi” riguardanti il figlio, e subito dopo anche una chiamata dalla madre di Elliot, che le riferisce che suo figlio non vuole più andare a scuola perchè si vergogna dei bigliettini d’amore che Alex gli lascia nell’armadietto.

A quel punto Alex, che ha ascoltato tutto, disperato, si ricorda di ciò che la nonna gli aveva detto una volta: “Per comunicare con qualcuno lontano da te devi pensare a lui fortissimo, e ti sentirà”. Così tenta di mettersi in contatto con quelli che lui crede essere i suoi unici salvatori: i fa’afafine. Con la sua immaginazione trasforma la sua cameretta in una navicella spaziale, che però non lo porta a Samoa, ma in una landa desolata.

L’attore Degirolamo, durante l’intervista seguita allo spettacolo, mi ha spiegato che quello che volevano trasmettere al pubblico con la scena sopra descritta è che, prima di fare un “salto” verso una realtà diversa da quella che stiamo vivendo, bisogna prima affrontare il proprio quotidiano. In questo caso il quotidiano è il rapporto di Alex con i suoi genitori, con i quali è necessario raggiungere un’intesa al fine di arrivare a Samoa, il luogo immaginato da Alex come luogo felice.
Infatti nella scena successiva i genitori riescono a far sfogare il figlio, e così riescono finalmente a fargli confessare il motivo del suo progetto di fuga e di non tornare più a scuola: in classe Alex è tormentato dai bulli. Racconta di quando per sbaglio la sua bambola gli sia uscita dallo zaino e di come i compagni, vedendola, abbiano iniziato a prenderla a calci.

faafafine_2
Allora la madre prende una decisione, esce per un attimo e si ripresenta vestita da uomo, accompagnata dal marito, vestito da donna. Vedendoli Alex prende il suo zainetto, mette la sua bambola in bella mostra ed esce dalla camera in cui si era barricato. Tutti insieme si dirigono a scuola, a dimostrare al mondo che sono una famiglia speciale.

faafafine_3

Io sono uscita dalla sala più che entusiasta, ma non tutti sono della mia stessa opinione: infatti questo spettacolo si è scontrato con le proteste di molti genitori ed insegnanti, impauriti da quello che questo spettacolo avrebbe potuto insegnare ai bambini. Ma vi posso assicurare che ai bambini che io ho visto in sala lo spettacolo è piaciuto tantissimo. Una di loro, in particolare ha alzato la mano a fine spettacolo per dire una frase, a parer mio, emblematica: “Non è mai sbagliato essere sé stessi”.

Ascolta la rubrica Laura&Leo dedicata allo spettacolo Fa’afafine

Annunci

Laura and Leo – Fa’afafine

di Anita Farneti

Terza puntata per la rubrica Laura&Leo, realizzata in collaborazione tra il Liceo Leonardo Da Vinci e il Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno.

In questa puntata vi parleremo dello spettacolo Fa’afafine andato in scena il 13 marzo 2016, scritto da Giuliano Scarpinato e interpretato da Michele Degirolamo, con la partecipazione di Gioia Salvatori, una produzione Teatro Biondo Stabile di Palermo.

Qui potrete ascoltare il nostro commento e l’intervista integrale a Michele Degirolamo e Giuliano Scarpinato.

Laura&Leo - Fa'afafine

Guarda i disegni di Anita Farneti

La rubrica è realizzata con la collaborazione di Andrea Volpe alla parte tecnica.

Le musiche sono rilasciate con licenza creative commons e sono scaricate dal sito Jamendo. In questa puntata la musica di sottofondo è Fiore d’inchiostro di Mattia Vlad Morleo. La sigla è Possibilities di Jasmine Jordan

Leggi la recensione “graphic” dello spettacolo Fa’afafine

Il Grande Bidello – Bologna Città metropolitana

La Città metropolitana di Bologna è stato il tema del quinto incontro del Laboratorio Interattivo di Politica del nostro Liceo. Ad esso abbiamo dedicato l’ultima puntata della stagione de Il Grande Bidello – L’occhio sul mondo della scuola.

A cura di Andrea Volpe, Giovanni Fornaciari, Gabriel Hoogerwerf, Giulia Ruschi, Stefania Bucciol, Martina Consolini

Benedetto Zacchiroli
Benedetto Zacchiroli

Qual è la differenza tra la vecchia Provincia e la Città metropolitana e quali saranno le novità nel piano economico? Ce ne ha parlato Benedetto Zacchiroli, Consigliere Delegato allo Sviluppo Economico della Città metropolitana di Bologna.

Alessandro Delpiano
Alessandro Delpiano

Il funzionario della Città metropolitana di Bologna Alessandro Delpiano ci ha spiegato cos’è il Piano strategico metropolitano e in che modo si possono avvicinare i cittadini a questo tema.

 

 

 

Città metropolitana di Bologna

 Guarda la fotogallery
Le foto sono di Martina Consolini

Leggi l’articolo dedicato all’incontro di Raul Cetatean

Laura and Leo – Jessica and Me

di Anita Farneti

Seconda puntata per la rubrica Laura&Leo, realizzata in collaborazione tra il Liceo Leonardo Da Vinci e il Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno.

In questa puntata vi parleremo dello spettacolo Jessica & Me andato in scena il 16 febbraio 2016, scritto e interpretato dalla ballerina Cristiana Morganti, che ha deciso di mettere in scena aneddoti riguardanti la sua vita di danzatrice e riflessioni sul suo mestiere e su che cosa significa essere ballerine a quasi 50 anni. Il tutto condito con un’ironia irresistibile!

Qui potrete ascoltare il nostro commento e l’intervista integrale a Cristiana Morganti.


La rubrica è realizzata con la collaborazione di Andrea Volpe alla parte tecnica.

I disegni sono di Anita Farneti

Le musiche sono rilasciate con licenza creative commons e sono scaricate dal sito Jamendo. In questa puntata la musica di sottofondo è The sad clown di Jacques Buvat. La sigla è Possibilities di Jasmine Jordan

Leggi la recensione “graphic” dello spettacolo Jessica and me

Il Grande Bidello – Aria Acqua Suolo Cibo

Ambiente e cibo sono stati gli argomenti chiave del quarto incontro del Laboratorio Interattivo di Politica del liceo Leonardo da Vinci. Ad esso abbiamo dedicato la quarta puntata della stagione de Il Grande Bidello – L’occhio sul mondo della scuola.

A cura di Stefania Bucciol, Martina Consolini, Giovanni Fornaciari, Gabriel Hoogerwerf, Giulia Ruschi, Andrea Volpe

Alessandro Di Stefano
Alessandro Di Stefano

Come si attiverà la Regione in merito alle politiche ambientali dell’Unione Europea? A rispondere, Alessandro Di Stefano dell’Assessorato all’Ambiente e alla Difesa del suolo della Regione Emilia-Romagna.

Vittorio Marletto
Vittorio Marletto

Vittorio Marletto, dirigente dell’ARPAE Emilia-Romagna, ci ha invece spiegato a chi vengono inviati e come vengono usati i dati recepiti dalle centraline dislocate sul territorio.

 

 Guarda la fotogallery
Le foto sono di Chiara Vannini

Leggi l’articolo dedicato all’incontro di Raul Cetatean

Laura and Leo – OOOOOOO

di Anita Farneti

Quest’anno si è inaugurata una collaborazione tra il Liceo Leonardo Da Vinci e il Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno.  Noi studenti che facciamo parte del progetto avremo la possibilità di assistere agli spettacoli e incontrare gli artisti e potremo poi realizzare recensioni, foto, e una nuova rubrica radiofonica dedicata al teatro: Laura&Leo.

In questa prima puntata vi parleremo dello spettacolo OOOOOOO

Cosa succederebbe se sette ballerini decidessero di mettere in scena uno spettacolo in cui raccontano le faccende riguardanti le loro personali relazioni interrotte? Ve lo dico io! Ne uscirebbe fuori un vero e proprio capolavoro, come quello a cui io ed altre mie colleghe abbiamo assistito lo scorso 20 gennaio al Teatro Comunale Laura Betti .

Qui potrete ascoltare il nostro commento e le interviste fatte al regista dello spettacolo Giulio D’Anna e al ballerino Mattia Agatiello.


La rubrica è realizzata con la collaborazione di Andrea Volpe alla parte tecnica.

ooooooo (7)
Giulio D’Anna e Mattia Agatiello intervistati da Anita Farneti

Guarda la fotogallery
Le foto sono di Chiara Vannini. I disegni sono di Anita Farneti

Le musiche sono rilasciate con licenza creative commons e sono scaricate dal sito Jamendo. In questa puntata la musica di sottofondo è Jazz di Airplane. La sigla è Possibilities di Jasmine Jordan

Leggi la recensione “graphic” dello spettacolo OOOOOOO

Il Grande Bidello – Migranti e Rifugiati

Migranti e rifugiati è stato il tema del secondo incontro del Laboratorio Interattivo di Politica del nostro Liceo. Ad esso abbiamo dedicato la seconda puntata della stagione de Il Grande Bidello – L’occhio sul mondo della scuola.

A cura di Stefania Bucciol, Martina Consolini, Giovanni Fornaciari, Giulia Ruschi, Andrea Volpe

raffaellapiazziQuali ostacoli bisogna affrontare per potere garantire i diritti dei migranti? Ce ne ha parlato Raffaella Piazzi, dell’associazione Amici di Magoo.

enniomariosodanoIl prefetto Ennio Mario Sodano ci ha invece illustrato come a Bologna viene gestita la cosiddetta “emergenza migranti”, sia dal punto visto logistico che da quello della sicurezza sul territorio.

Infine abbiamo raccolto la testimonianza di Jumy Orimadegum, una donna nigeriana che ha affrontato il pericoloso viaggio attraverso il Mediterraneo e che ora vive in Italia.

Foto di Chiara Vannini

PS 2015: Fine trasmissioni

Anche per quest’anno una splendida edizione di Politicamente Scorretto è andata in archivio, con tantissimi incontri e iniziative proposte e un’ottima affluenza di pubblico, a testimonianza dell’interesse che tantissimi cittadini, di qualsiasi età, nutrono in questi appuntamenti.

di Giacomo Guizzardi

E quest’anno la novità è stata rappresentata dall’assidua partecipazione di noi studenti del Liceo Leonardo Da Vinci di Casalecchio attualmente impegnati alla Web Radio del liceo.
Si sono viste collaborazioni fruttuose tra noi ragazzi e i giovani volontari della Blogos Web Tv, che hanno portato alla realizzazione di interessantissime interviste e articoli.

Anche se non possiamo dimenticare che già a marzo alcuni di noi avevamo preso parte come “giornalisti” volontari all’edizione primaverile di Politicamente Scorretto, la Primavera di Legalità, in occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime di mafia, che nel 2015 si è svolta a Bologna.

Tantissimi gli ospiti incontrati dalla nostra redazione a Politicamente Scorretto fra il 20 novembre e il 1 dicembre fra Casa della Conoscenza e Spazio ECO, con un lavoro che ha dimostrato una buona preparazione a livello radiofonico nell’intervistare chi di dovere.

Lo scrittore e attore Alessandro Gallo, l’ex calciatore Damiano Tommasi, il giovane giornalista Elia Minari, nostro “collega” di Corto Circuito di Reggio Emilia, il vicepresidente di Legambiente Stefano Ciafani, solo per fare alcuni nomi, con cui  si è parlato di ecomafie, Pasolini, camorra, Danilo Dolci, mafie al nord e tanto altro.

Sicuramente una bellissima esperienza sia di vita che lavorativa, che contribuirà ed arricchirà il nostro bagaglio culturale.

Tra i ragazzi che hanno preso parte a questa edizione di Politicamente Scorretto – come giornalisti, cameraman, fotografi e social media manager – citiamo, in ordine di apparizione, Laura Rigobello, Denise Passuti, Luca Cavazzini, Giovanni Fornaciari, Andrea Volpe, Giacomo Guizzardi, Lorenzo Balbo, Beatrice Lelli, Yuri Mimmi, Raul Cetatean, Chiara Vannini, Anita Farneti.

Guarda le interviste realizzate dalla Leoradio per Politicamente Scorretto 2015

 

Politicamente Scorretto

Guarda la fotogallery della Leoradio a Politicamente Scorretto 2015

 

Guarda le interviste realizzate dalla Leoradio per Primavera di Legalità – edizione speciale Politicamente Scorretto marzo 2015

 

Il Grande Bidello – L’attuazione della Buona Scuola

La puntata integrale de Il Grande Bidello – L’occhio sul mondo della scuola, in cui abbiamo radunato tutte le interviste raccolte al primo appuntamento del Laboratorio Interattivo di Politica, dedicato alla Buona Scuola.

A cura di Giorgio Bergonzoni, Stefania Bucciol, Martina Consolini, Giovanni Fornaciari, Giulia Ruschi, Andrea Volpe

Si è parlato dell’entrata in vigore della legge 107/2015, la cosiddetta “Buona Scuola” al primo appuntamento del Laboratorio Interattivo di Politica del Liceo da Vinci di quest’anno.
Ecco le interviste a tutti gli ospiti intervenuti: la senatrice Francesca Puglisi, la dirigente del Liceo Marinella Cocchi e i professori Cinzia Rinaldi e Alfiero Salucci.
Con loro si è discusso di aspetti positivi e negativi della riforma, di edilizia scolastica, di alternanza scuola-lavoro e di piano dell’offerta formativa.

 

Il Grande Bidello – Puglisi: l’edilizia scolastica nella Buona Scuola

Qual è il piano di edilizia scolastica previsto dalla Buona Scuola? A rispondere la senatrice Francesca Puglisi, una dei “genitori” della legge 107.

di Andrea Volpe

Come e quanti soldi pubblici verranno investiti nell’attuazione della nuova legge? E’ la domanda che abbiamo posto alla senatrice Francesca Puglisi, in seguito al primo incontro del Laboratorio Interattivo di Politica del Liceo Leonardo da Vinci.

La senatrice conferma che verranno investiti almeno 3 miliardi e 700 milioni di euro per un piano triennale 2015-2017 per innovare l’edilizia scolastica, in modo tale da creare scuole nuove, belle e sicure.

Ascolta tutta l’intervista