#OscarSoWhite

È giunto il nuovo anno e con esso arriva anche l’88a edizione della cerimonia degli Oscar, anche quest’anno si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles ma insieme alle candidature che sono state rese pubbliche il 14 Gennaio sono sorte delle polemiche; tutto nella normalità perché ognuno ha la propria opinione, se non fosse che le polemiche si riferiscono al fatto che le candidature sono composte interamente da personaggi di carnagione bianca.

di Yuri Mimmi

Purtroppo non è questa la prima volta che l’Academy, la quale è incaricata di scegliere le candidature, viene accusata di razzismo per non aver incluso attori di colore all’interno di esse; però quest’anno più che mai personaggi del calibro di Jada Pinkett Smith e Spike Lee hanno annunciato che non si presenteranno alla cerimonia e hanno utilizzato i social media per diffondere il loro disappunto, chiedendo inoltre appoggio per boicottare la serata degli Oscar.
Questa loro “protesta” ha smosso molto le acque e il mondo del cinema si è spaccato a metà; chi pensa sia eccessivo mettere i bastoni fra le ruote a questa edizione degli Oscar e chi invece pensa sia giusto cambiare finalmente le cose.
Will Smith in un’intervista per la ABC News ha affermato che le candidature rispecchiano l’Academy, che l’Academy rispecchia l’industria cinematografica di Hollywood e che essa rispecchia l’America e il regresso che sta vivendo riportando guerre di religione e razzismo, conclude dicendo che questa non è l’America che si vuole lasciare alle spalle.
Altri pareri sono stati ascoltati, uno fra tanti quello di Whoopi Goldberg che allo show televisivo The View ha detto che concorda sul fatto che ci sia questa forma di razzismo all’interno dell’industria cinematografica ma che è stranita dal fatto che se ne parli solo quando ci sono gli Oscar, perché è un problema che si presenta tutto l’anno e non solo per i film candidati agli Oscar. Inoltre dice che il cinema è composto maggiormente da persone di carnagione bianca perché si pensa che la popolazione che va a vedere i film al cinema non voglia vedere un film con una persona di colore come protagonista. Forse le sue frasi sono un po’ azzardate ma di certo hanno grande impatto e portano alla riflessione.
Dopo tutto il polverone che si è alzato grazie a queste proteste, l’Academy ha chiesto umilmente scusa e promette maggiore attenzione nelle prossime candidature.
Infine possiamo accettare e comprendere che quest’anno gli attori che meritano l’Oscar siano solo di carnagione chiara, si spera comunque sia stata pura coincidenza, speriamo non sia discriminazione perché nel 2016 quella parola non dovrebbe neanche più essere menzionata nel vocabolario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...