Il Grande Bidello – Alternanza scuola-lavoro nella Buona Scuola

Quali sono le sfide per i licei nel mettere in pratica il progetto di alternanza scuola-lavoro inserito nella “Buona Scuola”? A rispondere il professor Alfiero Salucci, referente per il Liceo da Vinci su queste tematiche.

di Giovanni Fornaciari

Come nei licei si attuerà la collaborazione con enti pubblici e privati per mettere in pratica l’alternanza scuola-lavoro presente all’interno della riforma “La Buona Scuola”? E’ la domanda che il nostro Giovanni Fornaciari ha posto al professor Alfiero Salucci, docente del Liceo da Vinci e referente su queste tematiche, a margine del primo Laboratorio Interattivo di Politica.

Il primo problema che pone Salucci è la difficoltà per i licei di relazionarsi con le aziende pubbliche e private, in quanto questo tipo di scuola non dà uno sbocco diretto al mondo del lavoro. Il nostro Liceo tenterà di mediare attraverso una strategia mista per distribuire il notevole monte ore previsto – 200 ore – con attività in aula e altre in azienda.
Salucci inoltre auspica una collaborazione con i Consigli di classe per la migliore realizzazione del progetto.
Infine propone che esperienze già avviate con successo dalla scuola – e cita anche l’attività della webradio – potrebbero essere delle buone pratiche da proseguire e strutturare meglio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...